Come rendere un imballaggio sicuro apr10

Tags

Related Posts

Share This

Come rendere un imballaggio sicuro

Tra i tanti metodi di imballaggio che si possono adottare per la chiusura di scatole e confezioni, il ricorso alla carta gommata può essere considerato uno dei più tradizionali ma, non per questo, poco efficaci. L’adesione ai colli viene garantita in modo ottimale in virtù di strisce di carta che non possono essere strappate né rimosse in altro modo, per esempio con il calore. Ecco perché quando si deve spedire un pacco si può fare affidamento su questa soluzione senza rischiare di restare delusi o, magari, di dover fare i conti con un furto, con una manipolazione o con qualunque altro tipo di inconveniente. Questo tipo di carta è gommata con una particolare colla vegetale, che ha la capacità di resistere a sbalzi termici di qualunque entità: è questa la ragione per la quale tale prodotto è consigliato, tra l’altro, per la chiusura e per gli imballaggi di pacchi che sono destinati a essere stivati all’interno di celle frigorifere. In alcuni casi questa carta può essere realizzata con fili di rinforzo, i quali a loro volta possono essere in fibra sintetica o in fibra naturale: in entrambi i casi, il loro scopo è quello di fare in modo che un pacco – per quanto pesante esso possa essere – si caratterizzi per una tenuta sicura. 

Materiali ecologici per la confezione

Non si può trascurare l’aspetto ecologico della carta con colla vegetale: essa, infatti, ha la stessa composizione dei cartoni su cui viene applicata, e pertanto non desta complicazioni quando si tratta di riciclarla. Rispetto al classico nastro di plastica, quindi, il nastro di carta vanta una maggiore sostenibilità ambientale, essendo realizzato al 100% con materiale biodegradabile, non inquinante e di origine vegetale, che assicura una chiusura forte e stabile. Ma non è finita qui, perché la lista dei vantaggi è molto più lunga: per esempio, la possibilità di personalizzare la carta con colori o fantasie particolari. Un’azienda potrebbe decidere di imprimervi il proprio logo, ma non solo.

In qualunque caso, l’applicazione è garantita da umettatrici ad hoc, che non sono altro che dei dispenser appositi che inumidiscono le strisce di carta gommata per poi tagliarle. Ci sono tre varianti, invece, per quel che riguarda il sistema di chiusura, il quale può essere ad H, a croce o basato su una striscia.