Cosa chiedono gli sposi al fotografo per matrimoni? mar15

Tags

Related Posts

Share This

Cosa chiedono gli sposi al fotografo per matrimoni?

I novelli sposi sono sempre più esigenti, anche alla luce delle nuove opportunità offerte dalla tecnologia come le riprese dall’alto dei droni, diventati un vero “must” dei moderni matrimoni. Cosa chiedono gli sposi al fotografo di matrimoni? Una domanda legittima, considerando le nuove tendenze che si stanno sviluppando negli ultimi tempi. I fotografi devono essere costantemente aggiornati ed attrezzati per soddisfare le richieste sempre più bizzarre ed alternative degli sposi. Per rispondere a questa domanda ci affidiamo ai consigli di Juan Carlos Marzi, noto fotografo di matrimoni che ci illustra i nuovi trend e le nuove tendenze del matrimonio 2018.

Come anticipato la ripresa dall’alto col drone è una pratica ormai diffusissima, poiché consente di scattare foto e di girare video con inquadrature molto suggestive, che hanno un impatto ancora maggiore nei luoghi di campagna o di montagna. Anche il video del matrimonio sta ritornando prepotentemente in auge, una sorta di docu-film dell’intera giornata che coinvolge gli sposi ma anche gli invitati, che diventano “attori” non protagonisti di un giorno così speciale. Altra tendenza molto diffusa è il cosiddetto ”wedding unplugged“, vale a dire il matrimonio senza smartphone. Se questo benedetto-maledetto dispositivo è un compagno praticamente inseparabile, nel giorno delle nozze va invece riposta in tasca o in borsa. Gli sposi infatti non apprezzano un uso smodato dello smartphone che risulta essere eccessivamente invadente, inoltre non facilita il lavoro del fotografo che deve immortalare i momenti salienti e più caratteristici.

Hai mai notato l’assenza improvvisa del fotografo anche prolungata durante la cerimonia? In quei momenti il fotografo non se la sta spassando, sta semplicemente selezionando gli scatti più belli realizzati fino a quel momento per creare uno ”slideshow” delle foto durante la fase finale della cerimonia. Si tratta di un momento molto toccante ed emozionante, che sorprende gli sposi e gli invitati.

In Italia una volta si chiamava la classica “fuitina d’amore”, oggi è definita ”elopement wedding”, una tendenza prevalentemente “made in USA”. In tal caso gli sposi fuggono da parenti ed invitati, per sposarsi all’estero da soli lontani da stress ed esaurimento. Questa pratica impone di trovare un fotografo disponibile nell’immediato, pronto a partire nel giro di pochissimi giorni. Infine chiudiamo con un altro trend piuttosto bizzarro proveniente dall’Estremo Oriente: il ”pre-wedding shooting”. Si tratta di un vero e proprio servizio fotografico prima del matrimonio, per il quale le future spose addirittura comprano un vestito a parte. Una pratica che si sta sviluppando in Europa, e lentamente sta prendendo piede anche in Italia.