Tags

Related Posts

Share This

Scandali a Hollywood: da Paul Bern al caso Weinstein

È notizia degli ultimi giorni: Harvey Weinstein, potentissimo produttore cinematografico, è stato accusato di molestie da numerose attrici statunitensi e non, che hanno raccontato – con tristezza, ma con determinazione – delle pesanti avances ricevute durante i provini, dei rapporti a cui sono state costrette, dei commenti da bullo, delle insistenze, delle minacce e della paura.

Insomma, di come uno degli uomini più importanti di Hollywood fosse solito usare la sua posizione per ottenere tutto ciò che voleva.

Il caso è scoppiato come una bomba, investendo volti noti e mettendo in luce quello che sembra un vero e proprio “sistema”: Weinstein non sarebbe l’unico.

Il mondo del cinema e della televisione, però, non è nuovo a questo genere di confusione: gli scandali a Hollywood si ripetono con regolarità, coinvolgendo anche le personalità più amate dal pubblico.
Vediamo alcuni dei casi più noti!

- Shirley Temple, Marilyn Monroe, Julie Garland e Tippi Hedren sono solo alcune delle attrici che, già in tempi non sospetti, parlavano apertamente di attenzioni non richieste e carriere minacciate. L’ultima, in particolare, si allontanò dal mondo dello spettacolo dopo le insistenti avances di Alfred Hitchcock, che – all’ennesimo rifiuto – le assicurò che le avrebbe reso difficilissimo lavorare.
Lei fece spallucce e se ne andò: la storia è raccontata dal film The Girl.

- Paul Bern era un potente regista, sceneggiatore e produttore hollywoodiano negli anni ’20 – ’30. Si sposò nel 1932 con la bellissima Jean Harlow, ma si uccise con un colpo alla testa circa cinque mesi dopo: il motivo del suicidio non è mai stato spiegato, ma la Harlow trovò un biglietto che recitava “Cara, carissima, purtroppo questo è il solo modo per riparare lo spaventoso torto che ti ho fatto e cancellare la mia abietta umiliazione. Ti amo, Paul. Avrai capito che l’altra notte è stata tutta una commedia”.
Secondo alcuni, Bern si sarebbe ucciso dopo aver capito di essere diventato impotente, secondo altri a ucciderlo sarebbe stata l’ex moglie, altri ancora riportano che Bern fosse solito picchiare la Harlow: lo scandalo, qualunque fosse il motivo di base, colpì enormemente l’opinione pubblica.

scandali a hollywood

Jean Harlow e Paul Bern

- Ingrid Bergman, bellissima attrice svedese, vide la sua carriera arrestarsi dopo lo scandalo che coinvolse lei e Roberto Rossellini: l’attrice, infatti, era rimasta incinta durante la relazione con il regista, che all’epoca era ancora sposato.
La Bergman venne pubblicamente presa di mira, anche dalla stampa, e il suo ritorno al grande schermo avvenne solo dopo diverso tempo.

- Roman Polanski venne accusato, nel 1977, di aver stuprato la tredicenne Samantha Geimer: considerata la giovane età della vittima, l’avvocato cercò di risparmiarle le attenzioni della stampa e dell’opinione pubblica proponendo al regista un accordo. L’accusa divenne, quindi, “rapporto sessuale extramatrimoniale con persona minorenne”: Roman Polanski si dichiarò colpevole.
Rilasciato dopo 42 giorni, decise di partire per Londra e – poi – per Parigi, in modo da evitare l’estradizione: secondo alcune indiscrezioni, infatti, il giudice sarebbe stato dell’idea di continuare una pena detentiva.
Da allora, Polanski non è mai rientrato negli Stati Uniti.

- Woody Allen era sposato con Mia Farrow quando, nel 1992, l’attrice trovò alcune foto compromettenti che ritraevano il regista e una delle sua figliastre, allora ventenne. Allo scoppio dello scandalo , Allen lasciò la Farrow per iniziare una relazione con l’attuale moglie Soon-Yi Previn.
Negli ultimi anni, però, il caso è tornato alla ribalta, con le accuse di Dylan Farrow, che ha affermato di aver subito abusi da parte del regista subito dopo l’adozione: all’epoca aveva solo 7 anni.