Scooter elettrico per disabili o carrozzina: quale scegliere in vacanza? lug04

Tags

Related Posts

Share This

Scooter elettrico per disabili o carrozzina: quale scegliere in vacanza?

Le vacanze sono un momento di relax per tutti ma per chi ha problemi di mobilità alle volte diventa un vero inferno. Se spesso i normodotati hanno “difficoltà” a scegliere la loro meta o la struttura dove alloggiare, il discorso diventa estremamente più complicato per le persone disabili.

I problemi dei disabili in vacanza

Il viaggio stesso diventa un’impresa soprattutto se viene effettuato con mezzi non attrezzati e la cronaca è piena di notizie di disabili a cui viene negato l’accesso ad aerei e treni a causa della mancanza di personale addetto o per mancanza di ausili per disabili all’interno di stazioni e aeroporti.

Il discorso ovviamente è differente se il mezzo usato per spostarsi è l’automobile; in questo modo non esistono vincoli ed il viaggio risulterà sicuramente comodo soprattutto se il mezzo è dotato di accessori per agevolare la salita a bordo del disabile.

Come spostarsi una volta arrivati a destinazione?

Se fino ad ora le difficoltà sono state varie, una volta giunti a destinazione le cose per fortuna si fanno più facili. La struttura scelta sarà sicuramente adatta ad ospitare persone in carrozzina e tutti i luoghi saranno facilmente accessibili, ma che mezzo scegliere?
Sedia a rotelle o scooter per disabili? La scelta di solito ricade su queste 2 soluzioni che ovviamente hanno vantaggi e svantaggi; analizziamoli insieme e cerchiamo di capire.

I vantaggi della carrozzina

La carrozzina è perfetta se gli spostamenti sono effettuati con mezzi non propri; è facilmente ripiegabile e può essere imbarcata in aereo. Ne esistono di leggerissime e resistenti, ideali da  trasportare vista la loro facilità di smontaggio.
Ovviamente più portabilità significa meno confort per chi la userà. Infatti le carrozzine più confortevoli sono ingombranti e molto pesanti oltre ad essere poco pratiche da trasportare.
Se il disabile è autonomo nel movimento (quindi può usare entrambe le braccia per spingersi) allora la carrozzina è il mezzo ideale.
Esistono anche tipologie di carrozzina “stradale” che possono essere facilmente modificate per arrivare anche sul bagnasciuga senza subire danni con salsedine e sabbia.
Va fatto un discorso a parte per i portatori di handicap particolari, che hanno bisogno di specifiche  carrozzine con dimensioni ed architetture particolari per garantirne la seduta e necessitano di un accompagnatore.

I vantaggi dello scooter per disabili

Con lo scooter per disabili le cose sono diverse; questo ausilio per disabili dona completa autonomia al suo utilizzatore. Ma come si comporta in vacanza?  Esistono varie tipologie di scooter elettrici e sicuramente la migliore da portare con se durante le vacanze estive è il modello pieghevole ma, se avete un’auto grande anche i modelli “fissi” possono essere facilmente caricati nel bagagliaio.
Le recenti innovazioni tecnologiche nel campo dei motori elettrici hanno anche abbassato di parecchio il peso delle batterie mantenendo invariata l’autonomia.
Lo scooter elettrico può superare pendenze importanti senza affaticare nessuno proprio grazie al suo motore elettrico.
Ovviamente è più ingombrante di una classica carrozzina, e non può essere portato sul bagnasciuga o sulla sabbia ma su alcuni lidi balneari o in piscine ben attrezzate, esistono delle piattaforme create ad hoc per questi particolari mezzi.

La scelta migliore tra carrozzina e scooter per disabili

Esiste una scelta migliore? Come per ogni cosa non c’è una soluzione né una risposta netta; bisogna valutare tanti aspetti e fattori.
In primis bisogna valutare sia il mezzo di trasporto che useremo per arrivare a destinazione, sia le reali possibilità e necessità delle 2 soluzioni.
In breve la carrozzina, soprattutto i modelli più leggeri, è indicata per chi si sposta con treno ed aereo, mentre lo scooter elettrico per disabili è la soluzione migliore per chi deve spostarsi tanto sul posto che andrà a visitare.